BORSE DI STUDIO a.s. 2018-2019

Sabato 14 dicembre nel palazzo Trevisio in Via Trevigi 16, presso la nuova sede  UNITRE’ si è svolta la cerimonia di consegna delle borse di studio dell’Ente.

Alla presenza dei Dirigenti Scolastici prof. Rota e Prof. Calvo, del Sindaco Riboldi e degli assessori Fracchia e Filiberti, la Presidente dei revisori dei conti dell’ente prof.ssa Rondano ha illustrato la mission plurisecolare dell’Ente voluto dal dott. Andrea Trevigi nel 1623, favorire l’educazione dei giovani e delle fanciulle meritevoli in situazione economica bisognosa.

Negli anni il Consiglio di Amministrazione dell’ente ha erogato borse di studio che hanno aiutato studenti meritevoli e che sono il fiore all’occhiello del nostro territorio.

Gli studenti premiati hanno superato l’esame di scuola secondaria di primo grado con la media del 10, sono stati promossi alle superiori con una media superiore al nove ed hanno un reddito famigliare inferiore ai 20000€.

La commissione formata dalla prof.ssa Rondano, Barbano Patrizia e Berra Ernesto ha comunicato i premiati di quest’anno:

 

Istituto Leardi:    Botta Aurora , El Fatine Nada , Kaja Klea 

Istituto  Sobrero: Coccia Loris, Feltrin Davide

Istituto Balbo:      Ghirardo Elena, Maroni Giulia, Battù Nicole, Sutic Raluca Anastasia 

SECONDARIA PRIMO GRADO:    Figazzolo Luca , Gil Reyes Jensy Michelle 

A questi  si aggiunge una borsa di studio straordinaria, su indicazione del Dirigente dell’Istituto Sobrero,  allo studente Luca Morelli.

 

Il presidente dell’Ente Trevisio prof. Berra Ernesto ha consegnato le borse di studio con l’attestato ed assegno, domandando ad ogni studente una breve presentazione e narrazione degli aspetti più interessanti del proprio percorso scolastico.

Si sono ascoltati interessanti storie personali, che evidenziano scenari di eccellenza e di qualità morali e sociali di grande speranza per il futuro del nostro territorio.

Il sindaco Riboldi nell’ intervento di saluto ha saputo sviluppare questa lettura di eccellenza scolastica e territoriale, spesso sottovalutata dal sentire comune, la Vicepresidente dell’Ente Trevisio avv. Esther Gatti, presente come gli altri consiglieri Colli ed Abbenante, ha specificato di aver voluto portare il proprio figlio di 7 anni per fargli apprezzare il lavoro della scuola casalese.

Il Presidente ha concluso ringraziando tutti i presenti ed in particolare le famiglie che hanno saputo indicare percorsi virtuosi ai propri figli.